"Le Donne danzanti nel vento, simbolo del Sentiero d’Arte, portano al di là dei confini di Trarego un messaggio di libertà, vita, unione tra terra e cielo, tra materia e spirito."

Casa Heim

frau_white
heim


Galleria fotografica




Gli artisti

  • Bresciani - Mirror
  • Bresciani - Mirror
  • Bresciani - Mirror
  • Bresciani - Mirror
  • Bresciani - Mirror
  • Bresciani - Mirror
  • Bresciani - Mirror
  • Bresciani - Mirror
  • Bresciani - Mirror
  • Bresciani - Mirror
  • Bresciani - Mirror
  • Bresciani - Mirror
  • Bresciani - Mirror
  • Bresciani - Mirror
  • Bresciani - Mirror
  • Bresciani - Mirror
  • Bresciani - Mirror
  • Bresciani - Mirror
  • Bresciani - Mirror
  • Fonseca
  • Fonseca
  • Fonseca
  • Fonseca
  • Fonseca
  • Fonseca
  • Fonseca
  • Fonseca
  • Fonseca
  • Fonseca
  • Fonseca
  • Fonseca
  • Fonseca
  • Fonseca
  • Fonseca
  • Fonseca
  • Fonseca
  • Fonseca
  • Fonseca
  • Gianinetti
  • Gianinetti
  • Gianinetti
  • Gianinetti
  • Gianinetti
  • Gianinetti
  • Gianinetti
  • Gianinetti
  • Gianinetti
  • Gianinetti
  • Gianinetti
  • Gianinetti
  • Gianinetti
  • Gianinetti
  • Gianinetti
  • Gianinetti
  • Gianinetti
  • Gianinetti
  • Gianinetti
  • Hoffmann-Kamps
  • Hoffmann-Kamps
  • Hoffmann-Kamps
  • Hoffmann-Kamps
  • Hoffmann-Kamps
  • Hoffmann-Kamps
  • Hoffmann-Kamps
  • Hoffmann-Kamps
  • Hoffmann-Kamps
  • Hoffmann-Kamps
  • Hoffmann-Kamps
  • Hoffmann-Kamps
  • Hoffmann-Kamps
  • Hoffmann-Kamps
  • Hoffmann-Kamps
  • Hoffmann-Kamps
  • Hoffmann-Kamps
  • Hoffmann-Kamps
  • Hoffmann-Kamps
  • Raimondi
  • Raimondi
  • Raimondi
  • Raimondi
  • Raimondi
  • Raimondi
  • Raimondi
  • Raimondi
  • Raimondi
  • Raimondi
  • Raimondi
  • Raimondi
  • Raimondi
  • Raimondi
  • Raimondi
  • Raimondi
  • Raimondi
  • Raimondi
  • Raimondi
bresciani

Giacomo Bresciani - Mirror


BUTTERFLY : NO APOCALYPSE MAYA
“Butterfly” sarà l'unica opera che King produrrà durante tutto il 2012, composta da 366 pannelli in legno rigorosamente 21x12. E’ presentata integralmente a Pasqua a Trarego e poi dispersa..... forse per sempre.
BUTTERFLY - UN'OPERA CHE VIVE SOLO UN GIORNO E POI VOLA VIA... col vento

Giacomo Bresciani in arte Mirror. Artisticamente nato da alcuni anni, eseguo opere d'arte concettuali che nell'immaginario onirico del sottoscritto vogliono colpire il fruitore d'arte visiva direttamente all'anima, pulita come uno specchio. Appunto lo specchio quello che un giorno di dicembre, da un'idea pionieristica di Pierfranco Midali, Sindaco di Viganella ha ispirato la mia vena artistica facendo nascere: Mirror l'artista dello specchio.
Giacomo Bresciani ha recentemente partecipato alla Biennale di Firenze con successo di pubblico e critica. Nel 2010 ha esposto sei opere alla Gold Smith Gallery nel Maine (USA) e presso la Taormina Gallery in occasione del Film Festival 2010.

Sito web: www.mirror800.it
bresciani

Giacomo Bresciani - Mirror


BUTTERFLY : NO APOCALYPSE MAYA
“Butterfly” sarà l'unica opera che King produrrà durante tutto il 2012, composta da 366 pannelli in legno rigorosamente 21x12. E’ presentata integralmente a Pasqua a Trarego e poi dispersa..... forse per sempre.
BUTTERFLY - UN'OPERA CHE VIVE SOLO UN GIORNO E POI VOLA VIA... col vento

Giacomo Bresciani in arte Mirror. Artisticamente nato da alcuni anni, eseguo opere d'arte concettuali che nell'immaginario onirico del sottoscritto vogliono colpire il fruitore d'arte visiva direttamente all'anima, pulita come uno specchio. Appunto lo specchio quello che un giorno di dicembre, da un'idea pionieristica di Pierfranco Midali, Sindaco di Viganella ha ispirato la mia vena artistica facendo nascere: Mirror l'artista dello specchio.
Giacomo Bresciani ha recentemente partecipato alla Biennale di Firenze con successo di pubblico e critica. Nel 2010 ha esposto sei opere alla Gold Smith Gallery nel Maine (USA) e presso la Taormina Gallery in occasione del Film Festival 2010.

Sito web: www.mirror800.it
bresciani

Giacomo Bresciani - Mirror


BUTTERFLY : NO APOCALYPSE MAYA
“Butterfly” sarà l'unica opera che King produrrà durante tutto il 2012, composta da 366 pannelli in legno rigorosamente 21x12. E’ presentata integralmente a Pasqua a Trarego e poi dispersa..... forse per sempre.
BUTTERFLY - UN'OPERA CHE VIVE SOLO UN GIORNO E POI VOLA VIA... col vento

Giacomo Bresciani in arte Mirror. Artisticamente nato da alcuni anni, eseguo opere d'arte concettuali che nell'immaginario onirico del sottoscritto vogliono colpire il fruitore d'arte visiva direttamente all'anima, pulita come uno specchio. Appunto lo specchio quello che un giorno di dicembre, da un'idea pionieristica di Pierfranco Midali, Sindaco di Viganella ha ispirato la mia vena artistica facendo nascere: Mirror l'artista dello specchio.
Giacomo Bresciani ha recentemente partecipato alla Biennale di Firenze con successo di pubblico e critica. Nel 2010 ha esposto sei opere alla Gold Smith Gallery nel Maine (USA) e presso la Taormina Gallery in occasione del Film Festival 2010.

Sito web: www.mirror800.it
bresciani

Giacomo Bresciani - Mirror


BUTTERFLY : NO APOCALYPSE MAYA
“Butterfly” sarà l'unica opera che King produrrà durante tutto il 2012, composta da 366 pannelli in legno rigorosamente 21x12. E’ presentata integralmente a Pasqua a Trarego e poi dispersa..... forse per sempre.
BUTTERFLY - UN'OPERA CHE VIVE SOLO UN GIORNO E POI VOLA VIA... col vento

Giacomo Bresciani in arte Mirror. Artisticamente nato da alcuni anni, eseguo opere d'arte concettuali che nell'immaginario onirico del sottoscritto vogliono colpire il fruitore d'arte visiva direttamente all'anima, pulita come uno specchio. Appunto lo specchio quello che un giorno di dicembre, da un'idea pionieristica di Pierfranco Midali, Sindaco di Viganella ha ispirato la mia vena artistica facendo nascere: Mirror l'artista dello specchio.
Giacomo Bresciani ha recentemente partecipato alla Biennale di Firenze con successo di pubblico e critica. Nel 2010 ha esposto sei opere alla Gold Smith Gallery nel Maine (USA) e presso la Taormina Gallery in occasione del Film Festival 2010.

Sito web: www.mirror800.it
bresciani

Giacomo Bresciani - Mirror


BUTTERFLY : NO APOCALYPSE MAYA
“Butterfly” sarà l'unica opera che King produrrà durante tutto il 2012, composta da 366 pannelli in legno rigorosamente 21x12. E’ presentata integralmente a Pasqua a Trarego e poi dispersa..... forse per sempre.
BUTTERFLY - UN'OPERA CHE VIVE SOLO UN GIORNO E POI VOLA VIA... col vento

Giacomo Bresciani in arte Mirror. Artisticamente nato da alcuni anni, eseguo opere d'arte concettuali che nell'immaginario onirico del sottoscritto vogliono colpire il fruitore d'arte visiva direttamente all'anima, pulita come uno specchio. Appunto lo specchio quello che un giorno di dicembre, da un'idea pionieristica di Pierfranco Midali, Sindaco di Viganella ha ispirato la mia vena artistica facendo nascere: Mirror l'artista dello specchio.
Giacomo Bresciani ha recentemente partecipato alla Biennale di Firenze con successo di pubblico e critica. Nel 2010 ha esposto sei opere alla Gold Smith Gallery nel Maine (USA) e presso la Taormina Gallery in occasione del Film Festival 2010.

Sito web: www.mirror800.it
bresciani

Giacomo Bresciani - Mirror


BUTTERFLY : NO APOCALYPSE MAYA
“Butterfly” sarà l'unica opera che King produrrà durante tutto il 2012, composta da 366 pannelli in legno rigorosamente 21x12. E’ presentata integralmente a Pasqua a Trarego e poi dispersa..... forse per sempre.
BUTTERFLY - UN'OPERA CHE VIVE SOLO UN GIORNO E POI VOLA VIA... col vento

Giacomo Bresciani in arte Mirror. Artisticamente nato da alcuni anni, eseguo opere d'arte concettuali che nell'immaginario onirico del sottoscritto vogliono colpire il fruitore d'arte visiva direttamente all'anima, pulita come uno specchio. Appunto lo specchio quello che un giorno di dicembre, da un'idea pionieristica di Pierfranco Midali, Sindaco di Viganella ha ispirato la mia vena artistica facendo nascere: Mirror l'artista dello specchio.
Giacomo Bresciani ha recentemente partecipato alla Biennale di Firenze con successo di pubblico e critica. Nel 2010 ha esposto sei opere alla Gold Smith Gallery nel Maine (USA) e presso la Taormina Gallery in occasione del Film Festival 2010.

Sito web: www.mirror800.it
bresciani

Giacomo Bresciani - Mirror


BUTTERFLY : NO APOCALYPSE MAYA
“Butterfly” sarà l'unica opera che King produrrà durante tutto il 2012, composta da 366 pannelli in legno rigorosamente 21x12. E’ presentata integralmente a Pasqua a Trarego e poi dispersa..... forse per sempre.
BUTTERFLY - UN'OPERA CHE VIVE SOLO UN GIORNO E POI VOLA VIA... col vento

Giacomo Bresciani in arte Mirror. Artisticamente nato da alcuni anni, eseguo opere d'arte concettuali che nell'immaginario onirico del sottoscritto vogliono colpire il fruitore d'arte visiva direttamente all'anima, pulita come uno specchio. Appunto lo specchio quello che un giorno di dicembre, da un'idea pionieristica di Pierfranco Midali, Sindaco di Viganella ha ispirato la mia vena artistica facendo nascere: Mirror l'artista dello specchio.
Giacomo Bresciani ha recentemente partecipato alla Biennale di Firenze con successo di pubblico e critica. Nel 2010 ha esposto sei opere alla Gold Smith Gallery nel Maine (USA) e presso la Taormina Gallery in occasione del Film Festival 2010.

Sito web: www.mirror800.it
bresciani

Giacomo Bresciani - Mirror


BUTTERFLY : NO APOCALYPSE MAYA
“Butterfly” sarà l'unica opera che King produrrà durante tutto il 2012, composta da 366 pannelli in legno rigorosamente 21x12. E’ presentata integralmente a Pasqua a Trarego e poi dispersa..... forse per sempre.
BUTTERFLY - UN'OPERA CHE VIVE SOLO UN GIORNO E POI VOLA VIA... col vento

Giacomo Bresciani in arte Mirror. Artisticamente nato da alcuni anni, eseguo opere d'arte concettuali che nell'immaginario onirico del sottoscritto vogliono colpire il fruitore d'arte visiva direttamente all'anima, pulita come uno specchio. Appunto lo specchio quello che un giorno di dicembre, da un'idea pionieristica di Pierfranco Midali, Sindaco di Viganella ha ispirato la mia vena artistica facendo nascere: Mirror l'artista dello specchio.
Giacomo Bresciani ha recentemente partecipato alla Biennale di Firenze con successo di pubblico e critica. Nel 2010 ha esposto sei opere alla Gold Smith Gallery nel Maine (USA) e presso la Taormina Gallery in occasione del Film Festival 2010.

Sito web: www.mirror800.it
bresciani

Giacomo Bresciani - Mirror


BUTTERFLY : NO APOCALYPSE MAYA
“Butterfly” sarà l'unica opera che King produrrà durante tutto il 2012, composta da 366 pannelli in legno rigorosamente 21x12. E’ presentata integralmente a Pasqua a Trarego e poi dispersa..... forse per sempre.
BUTTERFLY - UN'OPERA CHE VIVE SOLO UN GIORNO E POI VOLA VIA... col vento

Giacomo Bresciani in arte Mirror. Artisticamente nato da alcuni anni, eseguo opere d'arte concettuali che nell'immaginario onirico del sottoscritto vogliono colpire il fruitore d'arte visiva direttamente all'anima, pulita come uno specchio. Appunto lo specchio quello che un giorno di dicembre, da un'idea pionieristica di Pierfranco Midali, Sindaco di Viganella ha ispirato la mia vena artistica facendo nascere: Mirror l'artista dello specchio.
Giacomo Bresciani ha recentemente partecipato alla Biennale di Firenze con successo di pubblico e critica. Nel 2010 ha esposto sei opere alla Gold Smith Gallery nel Maine (USA) e presso la Taormina Gallery in occasione del Film Festival 2010.

Sito web: www.mirror800.it
bresciani

Giacomo Bresciani - Mirror


BUTTERFLY : NO APOCALYPSE MAYA
“Butterfly” sarà l'unica opera che King produrrà durante tutto il 2012, composta da 366 pannelli in legno rigorosamente 21x12. E’ presentata integralmente a Pasqua a Trarego e poi dispersa..... forse per sempre.
BUTTERFLY - UN'OPERA CHE VIVE SOLO UN GIORNO E POI VOLA VIA... col vento

Giacomo Bresciani in arte Mirror. Artisticamente nato da alcuni anni, eseguo opere d'arte concettuali che nell'immaginario onirico del sottoscritto vogliono colpire il fruitore d'arte visiva direttamente all'anima, pulita come uno specchio. Appunto lo specchio quello che un giorno di dicembre, da un'idea pionieristica di Pierfranco Midali, Sindaco di Viganella ha ispirato la mia vena artistica facendo nascere: Mirror l'artista dello specchio.
Giacomo Bresciani ha recentemente partecipato alla Biennale di Firenze con successo di pubblico e critica. Nel 2010 ha esposto sei opere alla Gold Smith Gallery nel Maine (USA) e presso la Taormina Gallery in occasione del Film Festival 2010.

Sito web: www.mirror800.it
bresciani

Giacomo Bresciani - Mirror


BUTTERFLY : NO APOCALYPSE MAYA
“Butterfly” sarà l'unica opera che King produrrà durante tutto il 2012, composta da 366 pannelli in legno rigorosamente 21x12. E’ presentata integralmente a Pasqua a Trarego e poi dispersa..... forse per sempre.
BUTTERFLY - UN'OPERA CHE VIVE SOLO UN GIORNO E POI VOLA VIA... col vento

Giacomo Bresciani in arte Mirror. Artisticamente nato da alcuni anni, eseguo opere d'arte concettuali che nell'immaginario onirico del sottoscritto vogliono colpire il fruitore d'arte visiva direttamente all'anima, pulita come uno specchio. Appunto lo specchio quello che un giorno di dicembre, da un'idea pionieristica di Pierfranco Midali, Sindaco di Viganella ha ispirato la mia vena artistica facendo nascere: Mirror l'artista dello specchio.
Giacomo Bresciani ha recentemente partecipato alla Biennale di Firenze con successo di pubblico e critica. Nel 2010 ha esposto sei opere alla Gold Smith Gallery nel Maine (USA) e presso la Taormina Gallery in occasione del Film Festival 2010.

Sito web: www.mirror800.it
bresciani

Giacomo Bresciani - Mirror


BUTTERFLY : NO APOCALYPSE MAYA
“Butterfly” sarà l'unica opera che King produrrà durante tutto il 2012, composta da 366 pannelli in legno rigorosamente 21x12. E’ presentata integralmente a Pasqua a Trarego e poi dispersa..... forse per sempre.
BUTTERFLY - UN'OPERA CHE VIVE SOLO UN GIORNO E POI VOLA VIA... col vento

Giacomo Bresciani in arte Mirror. Artisticamente nato da alcuni anni, eseguo opere d'arte concettuali che nell'immaginario onirico del sottoscritto vogliono colpire il fruitore d'arte visiva direttamente all'anima, pulita come uno specchio. Appunto lo specchio quello che un giorno di dicembre, da un'idea pionieristica di Pierfranco Midali, Sindaco di Viganella ha ispirato la mia vena artistica facendo nascere: Mirror l'artista dello specchio.
Giacomo Bresciani ha recentemente partecipato alla Biennale di Firenze con successo di pubblico e critica. Nel 2010 ha esposto sei opere alla Gold Smith Gallery nel Maine (USA) e presso la Taormina Gallery in occasione del Film Festival 2010.

Sito web: www.mirror800.it
bresciani

Giacomo Bresciani - Mirror


BUTTERFLY : NO APOCALYPSE MAYA
“Butterfly” sarà l'unica opera che King produrrà durante tutto il 2012, composta da 366 pannelli in legno rigorosamente 21x12. E’ presentata integralmente a Pasqua a Trarego e poi dispersa..... forse per sempre.
BUTTERFLY - UN'OPERA CHE VIVE SOLO UN GIORNO E POI VOLA VIA... col vento

Giacomo Bresciani in arte Mirror. Artisticamente nato da alcuni anni, eseguo opere d'arte concettuali che nell'immaginario onirico del sottoscritto vogliono colpire il fruitore d'arte visiva direttamente all'anima, pulita come uno specchio. Appunto lo specchio quello che un giorno di dicembre, da un'idea pionieristica di Pierfranco Midali, Sindaco di Viganella ha ispirato la mia vena artistica facendo nascere: Mirror l'artista dello specchio.
Giacomo Bresciani ha recentemente partecipato alla Biennale di Firenze con successo di pubblico e critica. Nel 2010 ha esposto sei opere alla Gold Smith Gallery nel Maine (USA) e presso la Taormina Gallery in occasione del Film Festival 2010.

Sito web: www.mirror800.it
bresciani

Giacomo Bresciani - Mirror


BUTTERFLY : NO APOCALYPSE MAYA
“Butterfly” sarà l'unica opera che King produrrà durante tutto il 2012, composta da 366 pannelli in legno rigorosamente 21x12. E’ presentata integralmente a Pasqua a Trarego e poi dispersa..... forse per sempre.
BUTTERFLY - UN'OPERA CHE VIVE SOLO UN GIORNO E POI VOLA VIA... col vento

Giacomo Bresciani in arte Mirror. Artisticamente nato da alcuni anni, eseguo opere d'arte concettuali che nell'immaginario onirico del sottoscritto vogliono colpire il fruitore d'arte visiva direttamente all'anima, pulita come uno specchio. Appunto lo specchio quello che un giorno di dicembre, da un'idea pionieristica di Pierfranco Midali, Sindaco di Viganella ha ispirato la mia vena artistica facendo nascere: Mirror l'artista dello specchio.
Giacomo Bresciani ha recentemente partecipato alla Biennale di Firenze con successo di pubblico e critica. Nel 2010 ha esposto sei opere alla Gold Smith Gallery nel Maine (USA) e presso la Taormina Gallery in occasione del Film Festival 2010.

Sito web: www.mirror800.it
bresciani

Giacomo Bresciani - Mirror


BUTTERFLY : NO APOCALYPSE MAYA
“Butterfly” sarà l'unica opera che King produrrà durante tutto il 2012, composta da 366 pannelli in legno rigorosamente 21x12. E’ presentata integralmente a Pasqua a Trarego e poi dispersa..... forse per sempre.
BUTTERFLY - UN'OPERA CHE VIVE SOLO UN GIORNO E POI VOLA VIA... col vento

Giacomo Bresciani in arte Mirror. Artisticamente nato da alcuni anni, eseguo opere d'arte concettuali che nell'immaginario onirico del sottoscritto vogliono colpire il fruitore d'arte visiva direttamente all'anima, pulita come uno specchio. Appunto lo specchio quello che un giorno di dicembre, da un'idea pionieristica di Pierfranco Midali, Sindaco di Viganella ha ispirato la mia vena artistica facendo nascere: Mirror l'artista dello specchio.
Giacomo Bresciani ha recentemente partecipato alla Biennale di Firenze con successo di pubblico e critica. Nel 2010 ha esposto sei opere alla Gold Smith Gallery nel Maine (USA) e presso la Taormina Gallery in occasione del Film Festival 2010.

Sito web: www.mirror800.it
bresciani

Giacomo Bresciani - Mirror


BUTTERFLY : NO APOCALYPSE MAYA
“Butterfly” sarà l'unica opera che King produrrà durante tutto il 2012, composta da 366 pannelli in legno rigorosamente 21x12. E’ presentata integralmente a Pasqua a Trarego e poi dispersa..... forse per sempre.
BUTTERFLY - UN'OPERA CHE VIVE SOLO UN GIORNO E POI VOLA VIA... col vento

Giacomo Bresciani in arte Mirror. Artisticamente nato da alcuni anni, eseguo opere d'arte concettuali che nell'immaginario onirico del sottoscritto vogliono colpire il fruitore d'arte visiva direttamente all'anima, pulita come uno specchio. Appunto lo specchio quello che un giorno di dicembre, da un'idea pionieristica di Pierfranco Midali, Sindaco di Viganella ha ispirato la mia vena artistica facendo nascere: Mirror l'artista dello specchio.
Giacomo Bresciani ha recentemente partecipato alla Biennale di Firenze con successo di pubblico e critica. Nel 2010 ha esposto sei opere alla Gold Smith Gallery nel Maine (USA) e presso la Taormina Gallery in occasione del Film Festival 2010.

Sito web: www.mirror800.it
bresciani

Giacomo Bresciani - Mirror


BUTTERFLY : NO APOCALYPSE MAYA
“Butterfly” sarà l'unica opera che King produrrà durante tutto il 2012, composta da 366 pannelli in legno rigorosamente 21x12. E’ presentata integralmente a Pasqua a Trarego e poi dispersa..... forse per sempre.
BUTTERFLY - UN'OPERA CHE VIVE SOLO UN GIORNO E POI VOLA VIA... col vento

Giacomo Bresciani in arte Mirror. Artisticamente nato da alcuni anni, eseguo opere d'arte concettuali che nell'immaginario onirico del sottoscritto vogliono colpire il fruitore d'arte visiva direttamente all'anima, pulita come uno specchio. Appunto lo specchio quello che un giorno di dicembre, da un'idea pionieristica di Pierfranco Midali, Sindaco di Viganella ha ispirato la mia vena artistica facendo nascere: Mirror l'artista dello specchio.
Giacomo Bresciani ha recentemente partecipato alla Biennale di Firenze con successo di pubblico e critica. Nel 2010 ha esposto sei opere alla Gold Smith Gallery nel Maine (USA) e presso la Taormina Gallery in occasione del Film Festival 2010.

Sito web: www.mirror800.it
bresciani

Giacomo Bresciani - Mirror


BUTTERFLY : NO APOCALYPSE MAYA
“Butterfly” sarà l'unica opera che King produrrà durante tutto il 2012, composta da 366 pannelli in legno rigorosamente 21x12. E’ presentata integralmente a Pasqua a Trarego e poi dispersa..... forse per sempre.
BUTTERFLY - UN'OPERA CHE VIVE SOLO UN GIORNO E POI VOLA VIA... col vento

Giacomo Bresciani in arte Mirror. Artisticamente nato da alcuni anni, eseguo opere d'arte concettuali che nell'immaginario onirico del sottoscritto vogliono colpire il fruitore d'arte visiva direttamente all'anima, pulita come uno specchio. Appunto lo specchio quello che un giorno di dicembre, da un'idea pionieristica di Pierfranco Midali, Sindaco di Viganella ha ispirato la mia vena artistica facendo nascere: Mirror l'artista dello specchio.
Giacomo Bresciani ha recentemente partecipato alla Biennale di Firenze con successo di pubblico e critica. Nel 2010 ha esposto sei opere alla Gold Smith Gallery nel Maine (USA) e presso la Taormina Gallery in occasione del Film Festival 2010.

Sito web: www.mirror800.it
bresciani

Giacomo Bresciani - Mirror


BUTTERFLY : NO APOCALYPSE MAYA
“Butterfly” sarà l'unica opera che King produrrà durante tutto il 2012, composta da 366 pannelli in legno rigorosamente 21x12. E’ presentata integralmente a Pasqua a Trarego e poi dispersa..... forse per sempre.
BUTTERFLY - UN'OPERA CHE VIVE SOLO UN GIORNO E POI VOLA VIA... col vento

Giacomo Bresciani in arte Mirror. Artisticamente nato da alcuni anni, eseguo opere d'arte concettuali che nell'immaginario onirico del sottoscritto vogliono colpire il fruitore d'arte visiva direttamente all'anima, pulita come uno specchio. Appunto lo specchio quello che un giorno di dicembre, da un'idea pionieristica di Pierfranco Midali, Sindaco di Viganella ha ispirato la mia vena artistica facendo nascere: Mirror l'artista dello specchio.
Giacomo Bresciani ha recentemente partecipato alla Biennale di Firenze con successo di pubblico e critica. Nel 2010 ha esposto sei opere alla Gold Smith Gallery nel Maine (USA) e presso la Taormina Gallery in occasione del Film Festival 2010.

Sito web: www.mirror800.it
fonseca

Gloria Fonseca


Gloria Fonseca è architetto ed artista.
Nel suo lavoro le arti visive si riuniscono in un linguaggio contemporaneo vivace e senza tempo. L’approccio figurativo e simbolico offre allo spettatore una serie di immagini dalle innumerevoli possibilità di interpretazione.
La personale esperienza di fondo è il punto di partenza dei principali argomenti degli ultimi anni: la femminilità, l’origine, la fertilità.
La gamma delle discipline spazia dalla pittura, all’illustrazione, fotografia e collage, dall’interior design alla letteratura e poesia.
Di nazionalità colombiana e spagnola, vive a Bogotà e Barcellona, oggi a Colonia.
fonseca

Gloria Fonseca


Gloria Fonseca è architetto ed artista.
Nel suo lavoro le arti visive si riuniscono in un linguaggio contemporaneo vivace e senza tempo. L’approccio figurativo e simbolico offre allo spettatore una serie di immagini dalle innumerevoli possibilità di interpretazione.
La personale esperienza di fondo è il punto di partenza dei principali argomenti degli ultimi anni: la femminilità, l’origine, la fertilità.
La gamma delle discipline spazia dalla pittura, all’illustrazione, fotografia e collage, dall’interior design alla letteratura e poesia.
Di nazionalità colombiana e spagnola, vive a Bogotà e Barcellona, oggi a Colonia.
fonseca

Gloria Fonseca


Gloria Fonseca è architetto ed artista.
Nel suo lavoro le arti visive si riuniscono in un linguaggio contemporaneo vivace e senza tempo. L’approccio figurativo e simbolico offre allo spettatore una serie di immagini dalle innumerevoli possibilità di interpretazione.
La personale esperienza di fondo è il punto di partenza dei principali argomenti degli ultimi anni: la femminilità, l’origine, la fertilità.
La gamma delle discipline spazia dalla pittura, all’illustrazione, fotografia e collage, dall’interior design alla letteratura e poesia.
Di nazionalità colombiana e spagnola, vive a Bogotà e Barcellona, oggi a Colonia.
fonseca

Gloria Fonseca


Gloria Fonseca è architetto ed artista.
Nel suo lavoro le arti visive si riuniscono in un linguaggio contemporaneo vivace e senza tempo. L’approccio figurativo e simbolico offre allo spettatore una serie di immagini dalle innumerevoli possibilità di interpretazione.
La personale esperienza di fondo è il punto di partenza dei principali argomenti degli ultimi anni: la femminilità, l’origine, la fertilità.
La gamma delle discipline spazia dalla pittura, all’illustrazione, fotografia e collage, dall’interior design alla letteratura e poesia.
Di nazionalità colombiana e spagnola, vive a Bogotà e Barcellona, oggi a Colonia.
fonseca

Gloria Fonseca


Gloria Fonseca è architetto ed artista.
Nel suo lavoro le arti visive si riuniscono in un linguaggio contemporaneo vivace e senza tempo. L’approccio figurativo e simbolico offre allo spettatore una serie di immagini dalle innumerevoli possibilità di interpretazione.
La personale esperienza di fondo è il punto di partenza dei principali argomenti degli ultimi anni: la femminilità, l’origine, la fertilità.
La gamma delle discipline spazia dalla pittura, all’illustrazione, fotografia e collage, dall’interior design alla letteratura e poesia.
Di nazionalità colombiana e spagnola, vive a Bogotà e Barcellona, oggi a Colonia.
fonseca

Gloria Fonseca


Gloria Fonseca è architetto ed artista.
Nel suo lavoro le arti visive si riuniscono in un linguaggio contemporaneo vivace e senza tempo. L’approccio figurativo e simbolico offre allo spettatore una serie di immagini dalle innumerevoli possibilità di interpretazione.
La personale esperienza di fondo è il punto di partenza dei principali argomenti degli ultimi anni: la femminilità, l’origine, la fertilità.
La gamma delle discipline spazia dalla pittura, all’illustrazione, fotografia e collage, dall’interior design alla letteratura e poesia.
Di nazionalità colombiana e spagnola, vive a Bogotà e Barcellona, oggi a Colonia.
fonseca

Gloria Fonseca


Gloria Fonseca è architetto ed artista.
Nel suo lavoro le arti visive si riuniscono in un linguaggio contemporaneo vivace e senza tempo. L’approccio figurativo e simbolico offre allo spettatore una serie di immagini dalle innumerevoli possibilità di interpretazione.
La personale esperienza di fondo è il punto di partenza dei principali argomenti degli ultimi anni: la femminilità, l’origine, la fertilità.
La gamma delle discipline spazia dalla pittura, all’illustrazione, fotografia e collage, dall’interior design alla letteratura e poesia.
Di nazionalità colombiana e spagnola, vive a Bogotà e Barcellona, oggi a Colonia.
fonseca

Gloria Fonseca


Gloria Fonseca è architetto ed artista.
Nel suo lavoro le arti visive si riuniscono in un linguaggio contemporaneo vivace e senza tempo. L’approccio figurativo e simbolico offre allo spettatore una serie di immagini dalle innumerevoli possibilità di interpretazione.
La personale esperienza di fondo è il punto di partenza dei principali argomenti degli ultimi anni: la femminilità, l’origine, la fertilità.
La gamma delle discipline spazia dalla pittura, all’illustrazione, fotografia e collage, dall’interior design alla letteratura e poesia.
Di nazionalità colombiana e spagnola, vive a Bogotà e Barcellona, oggi a Colonia.
fonseca

Gloria Fonseca


Gloria Fonseca è architetto ed artista.
Nel suo lavoro le arti visive si riuniscono in un linguaggio contemporaneo vivace e senza tempo. L’approccio figurativo e simbolico offre allo spettatore una serie di immagini dalle innumerevoli possibilità di interpretazione.
La personale esperienza di fondo è il punto di partenza dei principali argomenti degli ultimi anni: la femminilità, l’origine, la fertilità.
La gamma delle discipline spazia dalla pittura, all’illustrazione, fotografia e collage, dall’interior design alla letteratura e poesia.
Di nazionalità colombiana e spagnola, vive a Bogotà e Barcellona, oggi a Colonia.
fonseca

Gloria Fonseca


Gloria Fonseca è architetto ed artista.
Nel suo lavoro le arti visive si riuniscono in un linguaggio contemporaneo vivace e senza tempo. L’approccio figurativo e simbolico offre allo spettatore una serie di immagini dalle innumerevoli possibilità di interpretazione.
La personale esperienza di fondo è il punto di partenza dei principali argomenti degli ultimi anni: la femminilità, l’origine, la fertilità.
La gamma delle discipline spazia dalla pittura, all’illustrazione, fotografia e collage, dall’interior design alla letteratura e poesia.
Di nazionalità colombiana e spagnola, vive a Bogotà e Barcellona, oggi a Colonia.
fonseca

Gloria Fonseca


Gloria Fonseca è architetto ed artista.
Nel suo lavoro le arti visive si riuniscono in un linguaggio contemporaneo vivace e senza tempo. L’approccio figurativo e simbolico offre allo spettatore una serie di immagini dalle innumerevoli possibilità di interpretazione.
La personale esperienza di fondo è il punto di partenza dei principali argomenti degli ultimi anni: la femminilità, l’origine, la fertilità.
La gamma delle discipline spazia dalla pittura, all’illustrazione, fotografia e collage, dall’interior design alla letteratura e poesia.
Di nazionalità colombiana e spagnola, vive a Bogotà e Barcellona, oggi a Colonia.
fonseca

Gloria Fonseca


Gloria Fonseca è architetto ed artista.
Nel suo lavoro le arti visive si riuniscono in un linguaggio contemporaneo vivace e senza tempo. L’approccio figurativo e simbolico offre allo spettatore una serie di immagini dalle innumerevoli possibilità di interpretazione.
La personale esperienza di fondo è il punto di partenza dei principali argomenti degli ultimi anni: la femminilità, l’origine, la fertilità.
La gamma delle discipline spazia dalla pittura, all’illustrazione, fotografia e collage, dall’interior design alla letteratura e poesia.
Di nazionalità colombiana e spagnola, vive a Bogotà e Barcellona, oggi a Colonia.
fonseca

Gloria Fonseca


Gloria Fonseca è architetto ed artista.
Nel suo lavoro le arti visive si riuniscono in un linguaggio contemporaneo vivace e senza tempo. L’approccio figurativo e simbolico offre allo spettatore una serie di immagini dalle innumerevoli possibilità di interpretazione.
La personale esperienza di fondo è il punto di partenza dei principali argomenti degli ultimi anni: la femminilità, l’origine, la fertilità.
La gamma delle discipline spazia dalla pittura, all’illustrazione, fotografia e collage, dall’interior design alla letteratura e poesia.
Di nazionalità colombiana e spagnola, vive a Bogotà e Barcellona, oggi a Colonia.
fonseca

Gloria Fonseca


Gloria Fonseca è architetto ed artista.
Nel suo lavoro le arti visive si riuniscono in un linguaggio contemporaneo vivace e senza tempo. L’approccio figurativo e simbolico offre allo spettatore una serie di immagini dalle innumerevoli possibilità di interpretazione.
La personale esperienza di fondo è il punto di partenza dei principali argomenti degli ultimi anni: la femminilità, l’origine, la fertilità.
La gamma delle discipline spazia dalla pittura, all’illustrazione, fotografia e collage, dall’interior design alla letteratura e poesia.
Di nazionalità colombiana e spagnola, vive a Bogotà e Barcellona, oggi a Colonia.
fonseca

Gloria Fonseca


Gloria Fonseca è architetto ed artista.
Nel suo lavoro le arti visive si riuniscono in un linguaggio contemporaneo vivace e senza tempo. L’approccio figurativo e simbolico offre allo spettatore una serie di immagini dalle innumerevoli possibilità di interpretazione.
La personale esperienza di fondo è il punto di partenza dei principali argomenti degli ultimi anni: la femminilità, l’origine, la fertilità.
La gamma delle discipline spazia dalla pittura, all’illustrazione, fotografia e collage, dall’interior design alla letteratura e poesia.
Di nazionalità colombiana e spagnola, vive a Bogotà e Barcellona, oggi a Colonia.
fonseca

Gloria Fonseca


Gloria Fonseca è architetto ed artista.
Nel suo lavoro le arti visive si riuniscono in un linguaggio contemporaneo vivace e senza tempo. L’approccio figurativo e simbolico offre allo spettatore una serie di immagini dalle innumerevoli possibilità di interpretazione.
La personale esperienza di fondo è il punto di partenza dei principali argomenti degli ultimi anni: la femminilità, l’origine, la fertilità.
La gamma delle discipline spazia dalla pittura, all’illustrazione, fotografia e collage, dall’interior design alla letteratura e poesia.
Di nazionalità colombiana e spagnola, vive a Bogotà e Barcellona, oggi a Colonia.
fonseca

Gloria Fonseca


Gloria Fonseca è architetto ed artista.
Nel suo lavoro le arti visive si riuniscono in un linguaggio contemporaneo vivace e senza tempo. L’approccio figurativo e simbolico offre allo spettatore una serie di immagini dalle innumerevoli possibilità di interpretazione.
La personale esperienza di fondo è il punto di partenza dei principali argomenti degli ultimi anni: la femminilità, l’origine, la fertilità.
La gamma delle discipline spazia dalla pittura, all’illustrazione, fotografia e collage, dall’interior design alla letteratura e poesia.
Di nazionalità colombiana e spagnola, vive a Bogotà e Barcellona, oggi a Colonia.
fonseca

Gloria Fonseca


Gloria Fonseca è architetto ed artista.
Nel suo lavoro le arti visive si riuniscono in un linguaggio contemporaneo vivace e senza tempo. L’approccio figurativo e simbolico offre allo spettatore una serie di immagini dalle innumerevoli possibilità di interpretazione.
La personale esperienza di fondo è il punto di partenza dei principali argomenti degli ultimi anni: la femminilità, l’origine, la fertilità.
La gamma delle discipline spazia dalla pittura, all’illustrazione, fotografia e collage, dall’interior design alla letteratura e poesia.
Di nazionalità colombiana e spagnola, vive a Bogotà e Barcellona, oggi a Colonia.
fonseca

Gloria Fonseca


Gloria Fonseca è architetto ed artista.
Nel suo lavoro le arti visive si riuniscono in un linguaggio contemporaneo vivace e senza tempo. L’approccio figurativo e simbolico offre allo spettatore una serie di immagini dalle innumerevoli possibilità di interpretazione.
La personale esperienza di fondo è il punto di partenza dei principali argomenti degli ultimi anni: la femminilità, l’origine, la fertilità.
La gamma delle discipline spazia dalla pittura, all’illustrazione, fotografia e collage, dall’interior design alla letteratura e poesia.
Di nazionalità colombiana e spagnola, vive a Bogotà e Barcellona, oggi a Colonia.
gianinetti

Roberto Gianinetti


Roberto Gianinetti, nato a Vercelli 05.05.1957, laureato in Medicina Veterinaria, diplomato presso l'Accademia di Belle Arti di Brera, Milano con tesi in tecniche incisorie (xilografia e rilievografia), dal 2000 espone in Italia e all'estero (Danimarca, Polonia, Corea del Sud, Cile, Spagna, Lituania, Romania).
Si occupa principalmente di incisione "classica" e sperimentale, di libri d'artista ed installazioni; collabora in ambito musicale, teatrale e poetico con artisti, musicisti, letterati.
I lavori presentati in occasione dell'evento "Sentiero d'Arte" hanno per tema la musica jazz (C. Mingus in particolare) ed il vento "percepito" tra gli alberi del luogo, durante il suo soggiorno.
gianinetti

Roberto Gianinetti


Roberto Gianinetti, nato a Vercelli 05.05.1957, laureato in Medicina Veterinaria, diplomato presso l'Accademia di Belle Arti di Brera, Milano con tesi in tecniche incisorie (xilografia e rilievografia), dal 2000 espone in Italia e all'estero (Danimarca, Polonia, Corea del Sud, Cile, Spagna, Lituania, Romania).
Si occupa principalmente di incisione "classica" e sperimentale, di libri d'artista ed installazioni; collabora in ambito musicale, teatrale e poetico con artisti, musicisti, letterati.
I lavori presentati in occasione dell'evento "Sentiero d'Arte" hanno per tema la musica jazz (C. Mingus in particolare) ed il vento "percepito" tra gli alberi del luogo, durante il suo soggiorno.
gianinetti

Roberto Gianinetti


Roberto Gianinetti, nato a Vercelli 05.05.1957, laureato in Medicina Veterinaria, diplomato presso l'Accademia di Belle Arti di Brera, Milano con tesi in tecniche incisorie (xilografia e rilievografia), dal 2000 espone in Italia e all'estero (Danimarca, Polonia, Corea del Sud, Cile, Spagna, Lituania, Romania).
Si occupa principalmente di incisione "classica" e sperimentale, di libri d'artista ed installazioni; collabora in ambito musicale, teatrale e poetico con artisti, musicisti, letterati.
I lavori presentati in occasione dell'evento "Sentiero d'Arte" hanno per tema la musica jazz (C. Mingus in particolare) ed il vento "percepito" tra gli alberi del luogo, durante il suo soggiorno.
gianinetti

Roberto Gianinetti


Roberto Gianinetti, nato a Vercelli 05.05.1957, laureato in Medicina Veterinaria, diplomato presso l'Accademia di Belle Arti di Brera, Milano con tesi in tecniche incisorie (xilografia e rilievografia), dal 2000 espone in Italia e all'estero (Danimarca, Polonia, Corea del Sud, Cile, Spagna, Lituania, Romania).
Si occupa principalmente di incisione "classica" e sperimentale, di libri d'artista ed installazioni; collabora in ambito musicale, teatrale e poetico con artisti, musicisti, letterati.
I lavori presentati in occasione dell'evento "Sentiero d'Arte" hanno per tema la musica jazz (C. Mingus in particolare) ed il vento "percepito" tra gli alberi del luogo, durante il suo soggiorno.
gianinetti

Roberto Gianinetti


Roberto Gianinetti, nato a Vercelli 05.05.1957, laureato in Medicina Veterinaria, diplomato presso l'Accademia di Belle Arti di Brera, Milano con tesi in tecniche incisorie (xilografia e rilievografia), dal 2000 espone in Italia e all'estero (Danimarca, Polonia, Corea del Sud, Cile, Spagna, Lituania, Romania).
Si occupa principalmente di incisione "classica" e sperimentale, di libri d'artista ed installazioni; collabora in ambito musicale, teatrale e poetico con artisti, musicisti, letterati.
I lavori presentati in occasione dell'evento "Sentiero d'Arte" hanno per tema la musica jazz (C. Mingus in particolare) ed il vento "percepito" tra gli alberi del luogo, durante il suo soggiorno.
gianinetti

Roberto Gianinetti


Roberto Gianinetti, nato a Vercelli 05.05.1957, laureato in Medicina Veterinaria, diplomato presso l'Accademia di Belle Arti di Brera, Milano con tesi in tecniche incisorie (xilografia e rilievografia), dal 2000 espone in Italia e all'estero (Danimarca, Polonia, Corea del Sud, Cile, Spagna, Lituania, Romania).
Si occupa principalmente di incisione "classica" e sperimentale, di libri d'artista ed installazioni; collabora in ambito musicale, teatrale e poetico con artisti, musicisti, letterati.
I lavori presentati in occasione dell'evento "Sentiero d'Arte" hanno per tema la musica jazz (C. Mingus in particolare) ed il vento "percepito" tra gli alberi del luogo, durante il suo soggiorno.
gianinetti

Roberto Gianinetti


Roberto Gianinetti, nato a Vercelli 05.05.1957, laureato in Medicina Veterinaria, diplomato presso l'Accademia di Belle Arti di Brera, Milano con tesi in tecniche incisorie (xilografia e rilievografia), dal 2000 espone in Italia e all'estero (Danimarca, Polonia, Corea del Sud, Cile, Spagna, Lituania, Romania).
Si occupa principalmente di incisione "classica" e sperimentale, di libri d'artista ed installazioni; collabora in ambito musicale, teatrale e poetico con artisti, musicisti, letterati.
I lavori presentati in occasione dell'evento "Sentiero d'Arte" hanno per tema la musica jazz (C. Mingus in particolare) ed il vento "percepito" tra gli alberi del luogo, durante il suo soggiorno.
gianinetti

Roberto Gianinetti


Roberto Gianinetti, nato a Vercelli 05.05.1957, laureato in Medicina Veterinaria, diplomato presso l'Accademia di Belle Arti di Brera, Milano con tesi in tecniche incisorie (xilografia e rilievografia), dal 2000 espone in Italia e all'estero (Danimarca, Polonia, Corea del Sud, Cile, Spagna, Lituania, Romania).
Si occupa principalmente di incisione "classica" e sperimentale, di libri d'artista ed installazioni; collabora in ambito musicale, teatrale e poetico con artisti, musicisti, letterati.
I lavori presentati in occasione dell'evento "Sentiero d'Arte" hanno per tema la musica jazz (C. Mingus in particolare) ed il vento "percepito" tra gli alberi del luogo, durante il suo soggiorno.
gianinetti

Roberto Gianinetti


Roberto Gianinetti, nato a Vercelli 05.05.1957, laureato in Medicina Veterinaria, diplomato presso l'Accademia di Belle Arti di Brera, Milano con tesi in tecniche incisorie (xilografia e rilievografia), dal 2000 espone in Italia e all'estero (Danimarca, Polonia, Corea del Sud, Cile, Spagna, Lituania, Romania).
Si occupa principalmente di incisione "classica" e sperimentale, di libri d'artista ed installazioni; collabora in ambito musicale, teatrale e poetico con artisti, musicisti, letterati.
I lavori presentati in occasione dell'evento "Sentiero d'Arte" hanno per tema la musica jazz (C. Mingus in particolare) ed il vento "percepito" tra gli alberi del luogo, durante il suo soggiorno.
gianinetti

Roberto Gianinetti


Roberto Gianinetti, nato a Vercelli 05.05.1957, laureato in Medicina Veterinaria, diplomato presso l'Accademia di Belle Arti di Brera, Milano con tesi in tecniche incisorie (xilografia e rilievografia), dal 2000 espone in Italia e all'estero (Danimarca, Polonia, Corea del Sud, Cile, Spagna, Lituania, Romania).
Si occupa principalmente di incisione "classica" e sperimentale, di libri d'artista ed installazioni; collabora in ambito musicale, teatrale e poetico con artisti, musicisti, letterati.
I lavori presentati in occasione dell'evento "Sentiero d'Arte" hanno per tema la musica jazz (C. Mingus in particolare) ed il vento "percepito" tra gli alberi del luogo, durante il suo soggiorno.
gianinetti

Roberto Gianinetti


Roberto Gianinetti, nato a Vercelli 05.05.1957, laureato in Medicina Veterinaria, diplomato presso l'Accademia di Belle Arti di Brera, Milano con tesi in tecniche incisorie (xilografia e rilievografia), dal 2000 espone in Italia e all'estero (Danimarca, Polonia, Corea del Sud, Cile, Spagna, Lituania, Romania).
Si occupa principalmente di incisione "classica" e sperimentale, di libri d'artista ed installazioni; collabora in ambito musicale, teatrale e poetico con artisti, musicisti, letterati.
I lavori presentati in occasione dell'evento "Sentiero d'Arte" hanno per tema la musica jazz (C. Mingus in particolare) ed il vento "percepito" tra gli alberi del luogo, durante il suo soggiorno.
gianinetti

Roberto Gianinetti


Roberto Gianinetti, nato a Vercelli 05.05.1957, laureato in Medicina Veterinaria, diplomato presso l'Accademia di Belle Arti di Brera, Milano con tesi in tecniche incisorie (xilografia e rilievografia), dal 2000 espone in Italia e all'estero (Danimarca, Polonia, Corea del Sud, Cile, Spagna, Lituania, Romania).
Si occupa principalmente di incisione "classica" e sperimentale, di libri d'artista ed installazioni; collabora in ambito musicale, teatrale e poetico con artisti, musicisti, letterati.
I lavori presentati in occasione dell'evento "Sentiero d'Arte" hanno per tema la musica jazz (C. Mingus in particolare) ed il vento "percepito" tra gli alberi del luogo, durante il suo soggiorno.
gianinetti

Roberto Gianinetti


Roberto Gianinetti, nato a Vercelli 05.05.1957, laureato in Medicina Veterinaria, diplomato presso l'Accademia di Belle Arti di Brera, Milano con tesi in tecniche incisorie (xilografia e rilievografia), dal 2000 espone in Italia e all'estero (Danimarca, Polonia, Corea del Sud, Cile, Spagna, Lituania, Romania).
Si occupa principalmente di incisione "classica" e sperimentale, di libri d'artista ed installazioni; collabora in ambito musicale, teatrale e poetico con artisti, musicisti, letterati.
I lavori presentati in occasione dell'evento "Sentiero d'Arte" hanno per tema la musica jazz (C. Mingus in particolare) ed il vento "percepito" tra gli alberi del luogo, durante il suo soggiorno.
gianinetti

Roberto Gianinetti


Roberto Gianinetti, nato a Vercelli 05.05.1957, laureato in Medicina Veterinaria, diplomato presso l'Accademia di Belle Arti di Brera, Milano con tesi in tecniche incisorie (xilografia e rilievografia), dal 2000 espone in Italia e all'estero (Danimarca, Polonia, Corea del Sud, Cile, Spagna, Lituania, Romania).
Si occupa principalmente di incisione "classica" e sperimentale, di libri d'artista ed installazioni; collabora in ambito musicale, teatrale e poetico con artisti, musicisti, letterati.
I lavori presentati in occasione dell'evento "Sentiero d'Arte" hanno per tema la musica jazz (C. Mingus in particolare) ed il vento "percepito" tra gli alberi del luogo, durante il suo soggiorno.
gianinetti

Roberto Gianinetti


Roberto Gianinetti, nato a Vercelli 05.05.1957, laureato in Medicina Veterinaria, diplomato presso l'Accademia di Belle Arti di Brera, Milano con tesi in tecniche incisorie (xilografia e rilievografia), dal 2000 espone in Italia e all'estero (Danimarca, Polonia, Corea del Sud, Cile, Spagna, Lituania, Romania).
Si occupa principalmente di incisione "classica" e sperimentale, di libri d'artista ed installazioni; collabora in ambito musicale, teatrale e poetico con artisti, musicisti, letterati.
I lavori presentati in occasione dell'evento "Sentiero d'Arte" hanno per tema la musica jazz (C. Mingus in particolare) ed il vento "percepito" tra gli alberi del luogo, durante il suo soggiorno.
gianinetti

Roberto Gianinetti


Roberto Gianinetti, nato a Vercelli 05.05.1957, laureato in Medicina Veterinaria, diplomato presso l'Accademia di Belle Arti di Brera, Milano con tesi in tecniche incisorie (xilografia e rilievografia), dal 2000 espone in Italia e all'estero (Danimarca, Polonia, Corea del Sud, Cile, Spagna, Lituania, Romania).
Si occupa principalmente di incisione "classica" e sperimentale, di libri d'artista ed installazioni; collabora in ambito musicale, teatrale e poetico con artisti, musicisti, letterati.
I lavori presentati in occasione dell'evento "Sentiero d'Arte" hanno per tema la musica jazz (C. Mingus in particolare) ed il vento "percepito" tra gli alberi del luogo, durante il suo soggiorno.
gianinetti

Roberto Gianinetti


Roberto Gianinetti, nato a Vercelli 05.05.1957, laureato in Medicina Veterinaria, diplomato presso l'Accademia di Belle Arti di Brera, Milano con tesi in tecniche incisorie (xilografia e rilievografia), dal 2000 espone in Italia e all'estero (Danimarca, Polonia, Corea del Sud, Cile, Spagna, Lituania, Romania).
Si occupa principalmente di incisione "classica" e sperimentale, di libri d'artista ed installazioni; collabora in ambito musicale, teatrale e poetico con artisti, musicisti, letterati.
I lavori presentati in occasione dell'evento "Sentiero d'Arte" hanno per tema la musica jazz (C. Mingus in particolare) ed il vento "percepito" tra gli alberi del luogo, durante il suo soggiorno.
gianinetti

Roberto Gianinetti


Roberto Gianinetti, nato a Vercelli 05.05.1957, laureato in Medicina Veterinaria, diplomato presso l'Accademia di Belle Arti di Brera, Milano con tesi in tecniche incisorie (xilografia e rilievografia), dal 2000 espone in Italia e all'estero (Danimarca, Polonia, Corea del Sud, Cile, Spagna, Lituania, Romania).
Si occupa principalmente di incisione "classica" e sperimentale, di libri d'artista ed installazioni; collabora in ambito musicale, teatrale e poetico con artisti, musicisti, letterati.
I lavori presentati in occasione dell'evento "Sentiero d'Arte" hanno per tema la musica jazz (C. Mingus in particolare) ed il vento "percepito" tra gli alberi del luogo, durante il suo soggiorno.
gianinetti

Roberto Gianinetti


Roberto Gianinetti, nato a Vercelli 05.05.1957, laureato in Medicina Veterinaria, diplomato presso l'Accademia di Belle Arti di Brera, Milano con tesi in tecniche incisorie (xilografia e rilievografia), dal 2000 espone in Italia e all'estero (Danimarca, Polonia, Corea del Sud, Cile, Spagna, Lituania, Romania).
Si occupa principalmente di incisione "classica" e sperimentale, di libri d'artista ed installazioni; collabora in ambito musicale, teatrale e poetico con artisti, musicisti, letterati.
I lavori presentati in occasione dell'evento "Sentiero d'Arte" hanno per tema la musica jazz (C. Mingus in particolare) ed il vento "percepito" tra gli alberi del luogo, durante il suo soggiorno.
hoffmann-kamps

Christa Hoffmann-Kamps


Christa Hoffmann-Kamps è cresciuta a Wegberg am Niederrhein e si è trasferita poi a Colonia. Dopo gli studi ha lavorato come insegnante.
Le discipline artistiche hanno sempre avuto particolare attenzione. All’inizio degli anni ‘90 ha approfondito il suo lavoro artistico con studi accademici.
Soggetti dei suoi lavori sono oggetti, paesi e natura. Lo stile compositivo è fluido e mostra la leggerezza della pennellata impressionista. I grandi dipinti in acrilico hanno spesso origine da bozzetti realizzati dal vero e trasformati in seguito in figure astratte.
Dall’anno 2000 partecipa a numerose mostre personali e collettive in Germania e Italia.

Sito web: www.christa-hoffmann-kamps.de
hoffmann-kamps

Christa Hoffmann-Kamps


Christa Hoffmann-Kamps è cresciuta a Wegberg am Niederrhein e si è trasferita poi a Colonia. Dopo gli studi ha lavorato come insegnante.
Le discipline artistiche hanno sempre avuto particolare attenzione. All’inizio degli anni ‘90 ha approfondito il suo lavoro artistico con studi accademici.
Soggetti dei suoi lavori sono oggetti, paesi e natura. Lo stile compositivo è fluido e mostra la leggerezza della pennellata impressionista. I grandi dipinti in acrilico hanno spesso origine da bozzetti realizzati dal vero e trasformati in seguito in figure astratte.
Dall’anno 2000 partecipa a numerose mostre personali e collettive in Germania e Italia.

Sito web: www.christa-hoffmann-kamps.de
hoffmann-kamps

Christa Hoffmann-Kamps


Christa Hoffmann-Kamps è cresciuta a Wegberg am Niederrhein e si è trasferita poi a Colonia. Dopo gli studi ha lavorato come insegnante.
Le discipline artistiche hanno sempre avuto particolare attenzione. All’inizio degli anni ‘90 ha approfondito il suo lavoro artistico con studi accademici.
Soggetti dei suoi lavori sono oggetti, paesi e natura. Lo stile compositivo è fluido e mostra la leggerezza della pennellata impressionista. I grandi dipinti in acrilico hanno spesso origine da bozzetti realizzati dal vero e trasformati in seguito in figure astratte.
Dall’anno 2000 partecipa a numerose mostre personali e collettive in Germania e Italia.

Sito web: www.christa-hoffmann-kamps.de
hoffmann-kamps

Christa Hoffmann-Kamps


Christa Hoffmann-Kamps è cresciuta a Wegberg am Niederrhein e si è trasferita poi a Colonia. Dopo gli studi ha lavorato come insegnante.
Le discipline artistiche hanno sempre avuto particolare attenzione. All’inizio degli anni ‘90 ha approfondito il suo lavoro artistico con studi accademici.
Soggetti dei suoi lavori sono oggetti, paesi e natura. Lo stile compositivo è fluido e mostra la leggerezza della pennellata impressionista. I grandi dipinti in acrilico hanno spesso origine da bozzetti realizzati dal vero e trasformati in seguito in figure astratte.
Dall’anno 2000 partecipa a numerose mostre personali e collettive in Germania e Italia.

Sito web: www.christa-hoffmann-kamps.de
hoffmann-kamps

Christa Hoffmann-Kamps


Christa Hoffmann-Kamps è cresciuta a Wegberg am Niederrhein e si è trasferita poi a Colonia. Dopo gli studi ha lavorato come insegnante.
Le discipline artistiche hanno sempre avuto particolare attenzione. All’inizio degli anni ‘90 ha approfondito il suo lavoro artistico con studi accademici.
Soggetti dei suoi lavori sono oggetti, paesi e natura. Lo stile compositivo è fluido e mostra la leggerezza della pennellata impressionista. I grandi dipinti in acrilico hanno spesso origine da bozzetti realizzati dal vero e trasformati in seguito in figure astratte.
Dall’anno 2000 partecipa a numerose mostre personali e collettive in Germania e Italia.

Sito web: www.christa-hoffmann-kamps.de
hoffmann-kamps

Christa Hoffmann-Kamps


Christa Hoffmann-Kamps è cresciuta a Wegberg am Niederrhein e si è trasferita poi a Colonia. Dopo gli studi ha lavorato come insegnante.
Le discipline artistiche hanno sempre avuto particolare attenzione. All’inizio degli anni ‘90 ha approfondito il suo lavoro artistico con studi accademici.
Soggetti dei suoi lavori sono oggetti, paesi e natura. Lo stile compositivo è fluido e mostra la leggerezza della pennellata impressionista. I grandi dipinti in acrilico hanno spesso origine da bozzetti realizzati dal vero e trasformati in seguito in figure astratte.
Dall’anno 2000 partecipa a numerose mostre personali e collettive in Germania e Italia.

Sito web: www.christa-hoffmann-kamps.de
hoffmann-kamps

Christa Hoffmann-Kamps


Christa Hoffmann-Kamps è cresciuta a Wegberg am Niederrhein e si è trasferita poi a Colonia. Dopo gli studi ha lavorato come insegnante.
Le discipline artistiche hanno sempre avuto particolare attenzione. All’inizio degli anni ‘90 ha approfondito il suo lavoro artistico con studi accademici.
Soggetti dei suoi lavori sono oggetti, paesi e natura. Lo stile compositivo è fluido e mostra la leggerezza della pennellata impressionista. I grandi dipinti in acrilico hanno spesso origine da bozzetti realizzati dal vero e trasformati in seguito in figure astratte.
Dall’anno 2000 partecipa a numerose mostre personali e collettive in Germania e Italia.

Sito web: www.christa-hoffmann-kamps.de
hoffmann-kamps

Christa Hoffmann-Kamps


Christa Hoffmann-Kamps è cresciuta a Wegberg am Niederrhein e si è trasferita poi a Colonia. Dopo gli studi ha lavorato come insegnante.
Le discipline artistiche hanno sempre avuto particolare attenzione. All’inizio degli anni ‘90 ha approfondito il suo lavoro artistico con studi accademici.
Soggetti dei suoi lavori sono oggetti, paesi e natura. Lo stile compositivo è fluido e mostra la leggerezza della pennellata impressionista. I grandi dipinti in acrilico hanno spesso origine da bozzetti realizzati dal vero e trasformati in seguito in figure astratte.
Dall’anno 2000 partecipa a numerose mostre personali e collettive in Germania e Italia.

Sito web: www.christa-hoffmann-kamps.de
hoffmann-kamps

Christa Hoffmann-Kamps


Christa Hoffmann-Kamps è cresciuta a Wegberg am Niederrhein e si è trasferita poi a Colonia. Dopo gli studi ha lavorato come insegnante.
Le discipline artistiche hanno sempre avuto particolare attenzione. All’inizio degli anni ‘90 ha approfondito il suo lavoro artistico con studi accademici.
Soggetti dei suoi lavori sono oggetti, paesi e natura. Lo stile compositivo è fluido e mostra la leggerezza della pennellata impressionista. I grandi dipinti in acrilico hanno spesso origine da bozzetti realizzati dal vero e trasformati in seguito in figure astratte.
Dall’anno 2000 partecipa a numerose mostre personali e collettive in Germania e Italia.

Sito web: www.christa-hoffmann-kamps.de
hoffmann-kamps

Christa Hoffmann-Kamps


Christa Hoffmann-Kamps è cresciuta a Wegberg am Niederrhein e si è trasferita poi a Colonia. Dopo gli studi ha lavorato come insegnante.
Le discipline artistiche hanno sempre avuto particolare attenzione. All’inizio degli anni ‘90 ha approfondito il suo lavoro artistico con studi accademici.
Soggetti dei suoi lavori sono oggetti, paesi e natura. Lo stile compositivo è fluido e mostra la leggerezza della pennellata impressionista. I grandi dipinti in acrilico hanno spesso origine da bozzetti realizzati dal vero e trasformati in seguito in figure astratte.
Dall’anno 2000 partecipa a numerose mostre personali e collettive in Germania e Italia.

Sito web: www.christa-hoffmann-kamps.de
hoffmann-kamps

Christa Hoffmann-Kamps


Christa Hoffmann-Kamps è cresciuta a Wegberg am Niederrhein e si è trasferita poi a Colonia. Dopo gli studi ha lavorato come insegnante.
Le discipline artistiche hanno sempre avuto particolare attenzione. All’inizio degli anni ‘90 ha approfondito il suo lavoro artistico con studi accademici.
Soggetti dei suoi lavori sono oggetti, paesi e natura. Lo stile compositivo è fluido e mostra la leggerezza della pennellata impressionista. I grandi dipinti in acrilico hanno spesso origine da bozzetti realizzati dal vero e trasformati in seguito in figure astratte.
Dall’anno 2000 partecipa a numerose mostre personali e collettive in Germania e Italia.

Sito web: www.christa-hoffmann-kamps.de
hoffmann-kamps

Christa Hoffmann-Kamps


Christa Hoffmann-Kamps è cresciuta a Wegberg am Niederrhein e si è trasferita poi a Colonia. Dopo gli studi ha lavorato come insegnante.
Le discipline artistiche hanno sempre avuto particolare attenzione. All’inizio degli anni ‘90 ha approfondito il suo lavoro artistico con studi accademici.
Soggetti dei suoi lavori sono oggetti, paesi e natura. Lo stile compositivo è fluido e mostra la leggerezza della pennellata impressionista. I grandi dipinti in acrilico hanno spesso origine da bozzetti realizzati dal vero e trasformati in seguito in figure astratte.
Dall’anno 2000 partecipa a numerose mostre personali e collettive in Germania e Italia.

Sito web: www.christa-hoffmann-kamps.de
hoffmann-kamps

Christa Hoffmann-Kamps


Christa Hoffmann-Kamps è cresciuta a Wegberg am Niederrhein e si è trasferita poi a Colonia. Dopo gli studi ha lavorato come insegnante.
Le discipline artistiche hanno sempre avuto particolare attenzione. All’inizio degli anni ‘90 ha approfondito il suo lavoro artistico con studi accademici.
Soggetti dei suoi lavori sono oggetti, paesi e natura. Lo stile compositivo è fluido e mostra la leggerezza della pennellata impressionista. I grandi dipinti in acrilico hanno spesso origine da bozzetti realizzati dal vero e trasformati in seguito in figure astratte.
Dall’anno 2000 partecipa a numerose mostre personali e collettive in Germania e Italia.

Sito web: www.christa-hoffmann-kamps.de
hoffmann-kamps

Christa Hoffmann-Kamps


Christa Hoffmann-Kamps è cresciuta a Wegberg am Niederrhein e si è trasferita poi a Colonia. Dopo gli studi ha lavorato come insegnante.
Le discipline artistiche hanno sempre avuto particolare attenzione. All’inizio degli anni ‘90 ha approfondito il suo lavoro artistico con studi accademici.
Soggetti dei suoi lavori sono oggetti, paesi e natura. Lo stile compositivo è fluido e mostra la leggerezza della pennellata impressionista. I grandi dipinti in acrilico hanno spesso origine da bozzetti realizzati dal vero e trasformati in seguito in figure astratte.
Dall’anno 2000 partecipa a numerose mostre personali e collettive in Germania e Italia.

Sito web: www.christa-hoffmann-kamps.de
hoffmann-kamps

Christa Hoffmann-Kamps


Christa Hoffmann-Kamps è cresciuta a Wegberg am Niederrhein e si è trasferita poi a Colonia. Dopo gli studi ha lavorato come insegnante.
Le discipline artistiche hanno sempre avuto particolare attenzione. All’inizio degli anni ‘90 ha approfondito il suo lavoro artistico con studi accademici.
Soggetti dei suoi lavori sono oggetti, paesi e natura. Lo stile compositivo è fluido e mostra la leggerezza della pennellata impressionista. I grandi dipinti in acrilico hanno spesso origine da bozzetti realizzati dal vero e trasformati in seguito in figure astratte.
Dall’anno 2000 partecipa a numerose mostre personali e collettive in Germania e Italia.

Sito web: www.christa-hoffmann-kamps.de
hoffmann-kamps

Christa Hoffmann-Kamps


Christa Hoffmann-Kamps è cresciuta a Wegberg am Niederrhein e si è trasferita poi a Colonia. Dopo gli studi ha lavorato come insegnante.
Le discipline artistiche hanno sempre avuto particolare attenzione. All’inizio degli anni ‘90 ha approfondito il suo lavoro artistico con studi accademici.
Soggetti dei suoi lavori sono oggetti, paesi e natura. Lo stile compositivo è fluido e mostra la leggerezza della pennellata impressionista. I grandi dipinti in acrilico hanno spesso origine da bozzetti realizzati dal vero e trasformati in seguito in figure astratte.
Dall’anno 2000 partecipa a numerose mostre personali e collettive in Germania e Italia.

Sito web: www.christa-hoffmann-kamps.de
hoffmann-kamps

Christa Hoffmann-Kamps


Christa Hoffmann-Kamps è cresciuta a Wegberg am Niederrhein e si è trasferita poi a Colonia. Dopo gli studi ha lavorato come insegnante.
Le discipline artistiche hanno sempre avuto particolare attenzione. All’inizio degli anni ‘90 ha approfondito il suo lavoro artistico con studi accademici.
Soggetti dei suoi lavori sono oggetti, paesi e natura. Lo stile compositivo è fluido e mostra la leggerezza della pennellata impressionista. I grandi dipinti in acrilico hanno spesso origine da bozzetti realizzati dal vero e trasformati in seguito in figure astratte.
Dall’anno 2000 partecipa a numerose mostre personali e collettive in Germania e Italia.

Sito web: www.christa-hoffmann-kamps.de
hoffmann-kamps

Christa Hoffmann-Kamps


Christa Hoffmann-Kamps è cresciuta a Wegberg am Niederrhein e si è trasferita poi a Colonia. Dopo gli studi ha lavorato come insegnante.
Le discipline artistiche hanno sempre avuto particolare attenzione. All’inizio degli anni ‘90 ha approfondito il suo lavoro artistico con studi accademici.
Soggetti dei suoi lavori sono oggetti, paesi e natura. Lo stile compositivo è fluido e mostra la leggerezza della pennellata impressionista. I grandi dipinti in acrilico hanno spesso origine da bozzetti realizzati dal vero e trasformati in seguito in figure astratte.
Dall’anno 2000 partecipa a numerose mostre personali e collettive in Germania e Italia.

Sito web: www.christa-hoffmann-kamps.de
hoffmann-kamps

Christa Hoffmann-Kamps


Christa Hoffmann-Kamps è cresciuta a Wegberg am Niederrhein e si è trasferita poi a Colonia. Dopo gli studi ha lavorato come insegnante.
Le discipline artistiche hanno sempre avuto particolare attenzione. All’inizio degli anni ‘90 ha approfondito il suo lavoro artistico con studi accademici.
Soggetti dei suoi lavori sono oggetti, paesi e natura. Lo stile compositivo è fluido e mostra la leggerezza della pennellata impressionista. I grandi dipinti in acrilico hanno spesso origine da bozzetti realizzati dal vero e trasformati in seguito in figure astratte.
Dall’anno 2000 partecipa a numerose mostre personali e collettive in Germania e Italia.

Sito web: www.christa-hoffmann-kamps.de
raimondi

Egidio Raimondi


Egidio Raimondi vive e lavora a Cannobio.
Nel 1985 ha frequentato l’Istituto d’Arte di S. Stefano di Camastro (Sicilia) dove ha approfondito lo studio degli smalti e dei colori.
Nello stesso periodo studia la creta e la pittura su ceramica, lavorando nei laboratori artigianali della Sicilia. Lavora alla tecnica del Raku per circa due anni (1994-96). In seguito inizia lavori di incisione su legno con pirografo.
Nel 1995 inizia i suoi lavori di scultura e assemblaggio su legno.
raimondi

Egidio Raimondi


Egidio Raimondi vive e lavora a Cannobio.
Nel 1985 ha frequentato l’Istituto d’Arte di S. Stefano di Camastro (Sicilia) dove ha approfondito lo studio degli smalti e dei colori.
Nello stesso periodo studia la creta e la pittura su ceramica, lavorando nei laboratori artigianali della Sicilia. Lavora alla tecnica del Raku per circa due anni (1994-96). In seguito inizia lavori di incisione su legno con pirografo.
Nel 1995 inizia i suoi lavori di scultura e assemblaggio su legno.
raimondi

Egidio Raimondi


Egidio Raimondi vive e lavora a Cannobio.
Nel 1985 ha frequentato l’Istituto d’Arte di S. Stefano di Camastro (Sicilia) dove ha approfondito lo studio degli smalti e dei colori.
Nello stesso periodo studia la creta e la pittura su ceramica, lavorando nei laboratori artigianali della Sicilia. Lavora alla tecnica del Raku per circa due anni (1994-96). In seguito inizia lavori di incisione su legno con pirografo.
Nel 1995 inizia i suoi lavori di scultura e assemblaggio su legno.
raimondi

Egidio Raimondi


Egidio Raimondi vive e lavora a Cannobio.
Nel 1985 ha frequentato l’Istituto d’Arte di S. Stefano di Camastro (Sicilia) dove ha approfondito lo studio degli smalti e dei colori.
Nello stesso periodo studia la creta e la pittura su ceramica, lavorando nei laboratori artigianali della Sicilia. Lavora alla tecnica del Raku per circa due anni (1994-96). In seguito inizia lavori di incisione su legno con pirografo.
Nel 1995 inizia i suoi lavori di scultura e assemblaggio su legno.
raimondi

Egidio Raimondi


Egidio Raimondi vive e lavora a Cannobio.
Nel 1985 ha frequentato l’Istituto d’Arte di S. Stefano di Camastro (Sicilia) dove ha approfondito lo studio degli smalti e dei colori.
Nello stesso periodo studia la creta e la pittura su ceramica, lavorando nei laboratori artigianali della Sicilia. Lavora alla tecnica del Raku per circa due anni (1994-96). In seguito inizia lavori di incisione su legno con pirografo.
Nel 1995 inizia i suoi lavori di scultura e assemblaggio su legno.
raimondi

Egidio Raimondi


Egidio Raimondi vive e lavora a Cannobio.
Nel 1985 ha frequentato l’Istituto d’Arte di S. Stefano di Camastro (Sicilia) dove ha approfondito lo studio degli smalti e dei colori.
Nello stesso periodo studia la creta e la pittura su ceramica, lavorando nei laboratori artigianali della Sicilia. Lavora alla tecnica del Raku per circa due anni (1994-96). In seguito inizia lavori di incisione su legno con pirografo.
Nel 1995 inizia i suoi lavori di scultura e assemblaggio su legno.
raimondi

Egidio Raimondi


Egidio Raimondi vive e lavora a Cannobio.
Nel 1985 ha frequentato l’Istituto d’Arte di S. Stefano di Camastro (Sicilia) dove ha approfondito lo studio degli smalti e dei colori.
Nello stesso periodo studia la creta e la pittura su ceramica, lavorando nei laboratori artigianali della Sicilia. Lavora alla tecnica del Raku per circa due anni (1994-96). In seguito inizia lavori di incisione su legno con pirografo.
Nel 1995 inizia i suoi lavori di scultura e assemblaggio su legno.
raimondi

Egidio Raimondi


Egidio Raimondi vive e lavora a Cannobio.
Nel 1985 ha frequentato l’Istituto d’Arte di S. Stefano di Camastro (Sicilia) dove ha approfondito lo studio degli smalti e dei colori.
Nello stesso periodo studia la creta e la pittura su ceramica, lavorando nei laboratori artigianali della Sicilia. Lavora alla tecnica del Raku per circa due anni (1994-96). In seguito inizia lavori di incisione su legno con pirografo.
Nel 1995 inizia i suoi lavori di scultura e assemblaggio su legno.
raimondi

Egidio Raimondi


Egidio Raimondi vive e lavora a Cannobio.
Nel 1985 ha frequentato l’Istituto d’Arte di S. Stefano di Camastro (Sicilia) dove ha approfondito lo studio degli smalti e dei colori.
Nello stesso periodo studia la creta e la pittura su ceramica, lavorando nei laboratori artigianali della Sicilia. Lavora alla tecnica del Raku per circa due anni (1994-96). In seguito inizia lavori di incisione su legno con pirografo.
Nel 1995 inizia i suoi lavori di scultura e assemblaggio su legno.
raimondi

Egidio Raimondi


Egidio Raimondi vive e lavora a Cannobio.
Nel 1985 ha frequentato l’Istituto d’Arte di S. Stefano di Camastro (Sicilia) dove ha approfondito lo studio degli smalti e dei colori.
Nello stesso periodo studia la creta e la pittura su ceramica, lavorando nei laboratori artigianali della Sicilia. Lavora alla tecnica del Raku per circa due anni (1994-96). In seguito inizia lavori di incisione su legno con pirografo.
Nel 1995 inizia i suoi lavori di scultura e assemblaggio su legno.
raimondi

Egidio Raimondi


Egidio Raimondi vive e lavora a Cannobio.
Nel 1985 ha frequentato l’Istituto d’Arte di S. Stefano di Camastro (Sicilia) dove ha approfondito lo studio degli smalti e dei colori.
Nello stesso periodo studia la creta e la pittura su ceramica, lavorando nei laboratori artigianali della Sicilia. Lavora alla tecnica del Raku per circa due anni (1994-96). In seguito inizia lavori di incisione su legno con pirografo.
Nel 1995 inizia i suoi lavori di scultura e assemblaggio su legno.
raimondi

Egidio Raimondi


Egidio Raimondi vive e lavora a Cannobio.
Nel 1985 ha frequentato l’Istituto d’Arte di S. Stefano di Camastro (Sicilia) dove ha approfondito lo studio degli smalti e dei colori.
Nello stesso periodo studia la creta e la pittura su ceramica, lavorando nei laboratori artigianali della Sicilia. Lavora alla tecnica del Raku per circa due anni (1994-96). In seguito inizia lavori di incisione su legno con pirografo.
Nel 1995 inizia i suoi lavori di scultura e assemblaggio su legno.
raimondi

Egidio Raimondi


Egidio Raimondi vive e lavora a Cannobio.
Nel 1985 ha frequentato l’Istituto d’Arte di S. Stefano di Camastro (Sicilia) dove ha approfondito lo studio degli smalti e dei colori.
Nello stesso periodo studia la creta e la pittura su ceramica, lavorando nei laboratori artigianali della Sicilia. Lavora alla tecnica del Raku per circa due anni (1994-96). In seguito inizia lavori di incisione su legno con pirografo.
Nel 1995 inizia i suoi lavori di scultura e assemblaggio su legno.
raimondi

Egidio Raimondi


Egidio Raimondi vive e lavora a Cannobio.
Nel 1985 ha frequentato l’Istituto d’Arte di S. Stefano di Camastro (Sicilia) dove ha approfondito lo studio degli smalti e dei colori.
Nello stesso periodo studia la creta e la pittura su ceramica, lavorando nei laboratori artigianali della Sicilia. Lavora alla tecnica del Raku per circa due anni (1994-96). In seguito inizia lavori di incisione su legno con pirografo.
Nel 1995 inizia i suoi lavori di scultura e assemblaggio su legno.
raimondi

Egidio Raimondi


Egidio Raimondi vive e lavora a Cannobio.
Nel 1985 ha frequentato l’Istituto d’Arte di S. Stefano di Camastro (Sicilia) dove ha approfondito lo studio degli smalti e dei colori.
Nello stesso periodo studia la creta e la pittura su ceramica, lavorando nei laboratori artigianali della Sicilia. Lavora alla tecnica del Raku per circa due anni (1994-96). In seguito inizia lavori di incisione su legno con pirografo.
Nel 1995 inizia i suoi lavori di scultura e assemblaggio su legno.
raimondi

Egidio Raimondi


Egidio Raimondi vive e lavora a Cannobio.
Nel 1985 ha frequentato l’Istituto d’Arte di S. Stefano di Camastro (Sicilia) dove ha approfondito lo studio degli smalti e dei colori.
Nello stesso periodo studia la creta e la pittura su ceramica, lavorando nei laboratori artigianali della Sicilia. Lavora alla tecnica del Raku per circa due anni (1994-96). In seguito inizia lavori di incisione su legno con pirografo.
Nel 1995 inizia i suoi lavori di scultura e assemblaggio su legno.
raimondi

Egidio Raimondi


Egidio Raimondi vive e lavora a Cannobio.
Nel 1985 ha frequentato l’Istituto d’Arte di S. Stefano di Camastro (Sicilia) dove ha approfondito lo studio degli smalti e dei colori.
Nello stesso periodo studia la creta e la pittura su ceramica, lavorando nei laboratori artigianali della Sicilia. Lavora alla tecnica del Raku per circa due anni (1994-96). In seguito inizia lavori di incisione su legno con pirografo.
Nel 1995 inizia i suoi lavori di scultura e assemblaggio su legno.
raimondi

Egidio Raimondi


Egidio Raimondi vive e lavora a Cannobio.
Nel 1985 ha frequentato l’Istituto d’Arte di S. Stefano di Camastro (Sicilia) dove ha approfondito lo studio degli smalti e dei colori.
Nello stesso periodo studia la creta e la pittura su ceramica, lavorando nei laboratori artigianali della Sicilia. Lavora alla tecnica del Raku per circa due anni (1994-96). In seguito inizia lavori di incisione su legno con pirografo.
Nel 1995 inizia i suoi lavori di scultura e assemblaggio su legno.
raimondi

Egidio Raimondi


Egidio Raimondi vive e lavora a Cannobio.
Nel 1985 ha frequentato l’Istituto d’Arte di S. Stefano di Camastro (Sicilia) dove ha approfondito lo studio degli smalti e dei colori.
Nello stesso periodo studia la creta e la pittura su ceramica, lavorando nei laboratori artigianali della Sicilia. Lavora alla tecnica del Raku per circa due anni (1994-96). In seguito inizia lavori di incisione su legno con pirografo.
Nel 1995 inizia i suoi lavori di scultura e assemblaggio su legno.